LA SPIEGAZIONE DELLA TOSSIEMIA fa proprio questo.

Se il lettore, infatti, leggerà o studierà questo libro nello stesso modo in cui studierebbe un testo scolastico, potrà capire qual è la vera causa della malattia, e conoscendo la causa, sarà cosa semplicissima cercare di evitarne lo sviluppo; ma, se per imprudenza questa malattia gli si dovesse manifestare, egli conoscerà il modo per poterla superare.

 

 

ESERCIZI DEL DOTTOR TILDEN PER ELIMINARE LE TOSSINE

Le feci non sono solo lo scarto di quanto mangiamo ma sono anche lo scarto metabolicoproveniente dai tessuti che arriva all'intestino attraverso i vasi sanguigni.L'evacuazione deve essere quasi completamente inodore. Se è maleodorante significa che il colon è intossicato.

Questo cosa vuol dire?

Che non rimuovendo accuratamente e non avendo una buona funzionalità intestinali si ha unristagno non solo degli scarti alimentari con conseguenti danni e dolori, ma un ristagno delle tossine di scarto... che dovrebbero uscire dal corpo e non lo fanno,quindi una auto-intossicazione. Infatti in tutte le pratiche della medicina orientale,kundalini,yoga in genere e nella medicina ayurvedica è importante il movimento intestinale.

Secondo la medicina ayurvedica tute le malattie endogene (derivanti dall'interno dell'organismo) si classificano secondo due origini o cause:

-causa dell'intestino tenue

-causa del colon

Le malattie croniche come : l'artrite reumatoide, l'asma bronchiale,la gotta,la psioriasi,cardiopatie,l'alta pressione,l'insonnia ,il parkinson,l'emicrania sono solo alcune delle patologie che possono affliggere in caso di mal funzionamento del colon.

Quindi il movimento peristalsico..ovvero l'andare in bagno.. deve avvenire regolarmente..e stress,mangiare in modo irregolare,l'assunzione di thè,caffè,droghe,alcool,medicine portano costipazione,quindi ristagno delle tossine, per non parlare del cibo che ristagna ed incancrenisce l'intestino come la carne rossa,latticini..ne consegue una marea di sintomi e patologie.

 

Come avviene l'eliminazione, e perchè avviene il ristagno.

Bisogna sapere che gli scarti o residui impiegano 93 ore ovvero ben 4 giorni per raggiungere il retto e quindi essere espulsi.Con l'espulsione si ha l'eliminazione solo di ciò che si è accumulato nel retto. In ogni caso vi è molto materiale fecale che non viene mai eliminato e che si ammassa e sporca negli anni il cieco, il colon ascendente, persino il colon trasverso e addirittura oltre.

 

Importanza di un colon pulito.

Nel colon vivono batteri provenienti dai prodotti dell'alimentazione. Essi digeriscono e gli fermentati producono acidi organici, acqua, idrogeno e gas carbonico. Gli enzimi microbici, agendo sulle proteine, producono ammine come la istamina e la tirammina che se riassorbite dall'organismo diventano molto tossiche

Nel colon il materiale residuo viene digerito dai batteri e si decompone in prodotti altamente tossici che, se non eliminati, penetrano nella mucosa colica, passano nei linfonodi, nel sangue e si propagano localmente per tutto l'addome fino ad intossicare tutti gli organi vicini. Si propagano poi in tutto l'organismo tramite la circolazione del sangue e del sistema linfatico, quindi abbiamo l'insorgere di tantissime patologie e stati di malessere dall'emicrania a quelle malattie definite autoimmuni, infiammatorie.

Queste tossine accumulate, circolando liberamente nel corpo lo fanno ammalare, indeboliscono gli organi e le sue funzioni sia a livello fisico sia a livello mentale.

 

Cosa porta all'accumolo di tossine?

Sicuramente la situazione di sporcizia, il tipo di alimentazione, l'età avanzata cosi come la sedentarietà, diminuiscono la tonicità del muscolo colico ed aumentano la stitichezza, ma come sostiene J.H.Tilden qualsiasi cosiddetta malattia `e costruita entro la mente ed il corpo da abitudini malsane.

La follia alimentare e dietetica, che costituisce il titolo di presentazione della scena medica, sta provocando proprio adesso la richiesta da parte della gente di una dieta che curi le sue malattie peculiari. L’idea prevalente `e che una qualsiasi cura possa guarire i reumatismi o un’altra malattia. Un digiuno, il riposo a letto e la rinuncia alle cattive abitudini, mentali e fisiche, permetteranno alla natura di eliminare le tossine accumulate; poi, se queste abitudini malsane verranno abbandonate ed adoperate delle abitudini di vita razionali, la salute tornerà e continuerà ad esserci, sempre se la persona “GUARITA” starà ben attenta.

Se pensiamo di seguire tutto ciò che la televisione  e i medici ci propinano per la "curare" per le nostre malattie entreremo a mio avviso, solo in un vicolo cieco..cerchiamo la comodità ed il santone che ci tolga tutti i mali.. ma i mali, sono una nostra origine, derivanti da un personale cammino..e solo con il nostro lavoro potremmo autoguarirci.  

Abbassare infatti anche il livello di tossicità del corpo sicuramente come vedremo, è un passo importante e ci farà stare meglio, ma non dobbiamo pensare che la "malattia" sia curata...solo con l'eliminazione della "causa" che ha scatenato la tossicità potremmo averla..e non parlo semplicemente di andare in bagno!!!

 

Cosa causa la tossicità e come eliminarla?

1)Condizioni mentali, traumi, stress sono una delle cause principali della tossicità.. quindi al di là delle diete crudiste, vegane, idroncolonterapie..è importante capire il nostro stato di salute mentale.. ed il segnale ce lo da proprio il nostro intestino, il nostro corpo. Il dolore ,lo shock fisico o mentale possono indebolire il corpo a tal punto che si manifesterà nell'esaurimento sino alla morte con infarto.. e alimentazione sbagliata, sovralimentazione, stimolanti portano un allontanamento dalla salute..In caso di dolore il cibo ingerito in tali momenti fa da vero veleno. Arrabbiature quotidiane indeboliscono, portano alla rovina il processo di digestione.. spesso chi non riesce a controllare il proprio temperamento soffre di artrite reumatoide o calcoli biliari,...Per non parlare dell'ambizione.. che per essere sana dovrebbe viaggiare insieme all'autocontrollo.. un'ambizione sfrenata porta a gratificarsi anche in modo sciocco.. sprecando così energie inutilmente, indebolendo il corpo.. ed il ciclo inizia. Emozioni create da insoddisfazioni, superlavoro sono indebolenti, creano spreco di energia e quindi accumulo di tossine.

Quindi i nostri nemici sono le preoccupazioni,la paura,l'affanno,le arrabbiature,l'orgoglio,l'invidia.la falsità,disonestà,abusare degli altri e di noi.. a lungo andare creano malattie croniche.

2)Eliminazione degli stimolanti. Per stimolanti intendo tutto ciò che ingeriamo e crea un momentaneo stimolo..che ci rende energetici, attivi e scattanti per affrontare i ritmi frenetici che la vita ci impone e che noi vogliamo seguire! Gli stimolanti sono insidiosi e subdoli, e spesso ci ritroviamo schiavi senza saperlo e quindi ne abusiamo.

In un primo momento gli stimolanti (caffè, the , Red Bull, bevande energizzanti in genere, mangiare,zuccheri..) rimuovono quel senso di stanchezza o svogliatezza..ma prima o poi presentano il conto!!

Ed una mente intellettiva dovrebbe arrivarci!!Pensare di essere "carichi" ci porta ad un consumo maggiore di energia rispetto a quella che il nostro corpo produce naturalmente,e questo porta ad un indebolimento..

Il cibo è uno stimolante. La sovra alimentazione, indipendentemente dal genere è iperstimolazione, se poi ci inseriamo anche caffè,tabacco,lavoro,stress..il nostro corpo si indebolirà molto presto..L’eliminazione non riesce più a soddisfare la richiesta, di conseguenza, la materia tossica si accumula. Quindi mangiare troppi grassi,mangiare troppo,mangiare spesso bere troppa acqua durante i pasti.. sono tutte cattive abitudini che bisognerebbe cercare di eliminare.

La sovralimentazione è paragonabile psicologicamente ad una droga... in molti può creare lo stesso stato di ebrezza dell'alcool. Quando un "senso" non viene appagato nella vita.. avremo la ricerca dell'eccesso di cibo od altri stimolanti. Con la putrefazione che si crea nel nostro intestino causata da sovralimentazione avremo un consumo di energia solo per cercare di evitare le infezioni che possono scaturire.. quindi indebolimento..

Il rifornimento di sangue alla superficie del corpo per portare calore, viene richiesto alla mucosa gastro intestinale per cercare di neutralizzare le infezioni che stanno per entrare in circolo attraverso le tossine stagnanti. La mucosa con il sangue diventa densa.. crea quello che chiamiamo muco, catarro, creando una barriera che impedisce l'assorbimento del putrido.. una sorta di auto-antidoto. Quando però il corpo è a corto di questo..se ne ha uno sbarellamento..il subconscio, la mente porta l'uomo alla ricerca immediata di stimolanti per sopperire al senso di debolezza. Cercare in modo spasmodico il cibo più volte al giorno dice Tilden è sintomo di corpo indebolito.

Dobbiamo cercare di riconquistare la nostra autonomia, non imputando alla società tutti i nostri mali e contemporaneamente cercare nella società la cura.. noi siamo l'origine e la cura del nostro male.

Alimentare tutte le cattive abitudini, malsane, ci faranno odiare da noi stessi e dagli altri, ci renderanno noiosi, sempre in cerca di commiserazione. Facciamoci caso, persone con abitudini malsane hanno bisogno di riunirsi e non si stanca mai di raccontare le sue pene e dolori!!

Questo stato mentale porta alla debolezza, accumulo di tossine, tossiemia, ed uno dei sintomi è proprio la costipazione, lingua con patina bianca,sino alla paura di qualunque malattia fatale, il sistema muscolare è teso in modo anormale, quindi si ha difficoltà di dormire, si ha frequente senso di nausea, mal di testa...

Quindi la cura è in se stessi.. non cerchiamola fuori..la nostra mente costruisce la malattia.

Questo indebolimento generale è la perdita del nostro autocontrollo.. l'aver perso di vista la nostra mente, il nostro essere,è il risultato dell'esserci venduti a questi abili venditori che ci vogliono rendere deboli e facilmente malleabili,guidabili...

Siamo stati persuasi di correre più veloci più delle nostre forze,anche quando il corpo urla di stare fermi!!..

facendoci cadere nel "Panico" quando si crea questo stato di mancanza, di debolezza...

 

SUGGERIMENTI

  • Non mangiare a meno che non si sta assolutamente bene fisicamente e psicologicamente.
  • Masticare insalivando bene ogni boccone
  • Non mangiare mai senza un piacere reale.
  • Cercare di eliminare tutte le abitudini malsane precedentemente elencate,non rifugiandoci negli stimanti.
  • Praticare una sana attività fisica con yoga,meditazione per stimolare tecnicamente e spicologicamente l'espellezione delle tossine.

FONTE: http://www.lifeme.it/